how-handle-theft-while-travelling-guide

Come gestire un furto durante un viaggio: suggerimenti e la mia esperienza

Hai mai subito un furto mentre viaggiavi? Vorresti conoscere alcuni suggerimenti su come gestire un furto mentre si è in viaggio in solitaria?

Recentemente, ho vissuto questa esperienza mentre visitavo Cairns e la cosa mi ha sì scioccato ma anche aiutato a imparare a come gestire l’essere derubato mentre sono in viaggio. Ecco perché ho deciso di condividere con te sia ciò che è successo sia alcuni suggerimenti che ho trovato molto utili mentre processavo la situazione.

Dietro tutto quello che ci succede nella vita, c’è sempre una lezione. A volte è piccola mentre altre volte queste lezioni possono avere un impatto molto forte su di noi, portandoci a cambiare chi siamo o la strada che stavamo percorrendo in quel momento.
La vita è imprevedibile e lo sappiamo tutti e continuo a realizzarlo sempre di più ogni giorno che vivo su questo pianeta.

Un paio di settimane fa un’esperienza molto nuova e forte mi ha davvero sbilanciato di un bel un po’. Ero appena arrivato a Cairns entusiasta di visitare ed esplorare la Grande Barriera Corallina. Mi sentivo molto eccitato, grato e felice di vedere questa meravigliosa creazione di Madre Natura.

La chiusura dell’Australia dal resto del mondo ha fatto sì che i prezzi dei tour fossero più economici e che meno persone sarebbero state lì. Per questo mi sembrava il momento perfetto per visitarla. Inoltre, Jetstar stava promuovendo un’offerta con ritorno gratuito che era perfetta per quest’occasione! Questa è la stessa promozione che ho usato per volare a Perth andata e ritorno per soli $150!

Subire un furto mentre si viaggia: come il mio zaino è stato rubato dal mio ostello

11 maggio 2021
Mi sveglio alle 3 del mattino per raggiungere l’aeroporto in tempo per il mio volo. Nonostante sembrassi uno zombie, i sentimenti di gioia e gratitudine mi stavano alimentando ed ero così pronto per passare qualche giorno in un clima più caldo. Il volo è andato abbastanza liscio e in poche ore, il mio corpo e la mia anima erano nell’estremo Nord del Queensland.

Arrivo in ostello presto e lascio il mio zaino nel loro ripostiglio mentre aspetto che la mia stanza fosse pronta. Normalmente, non lascio mai i miei oggetti di valore incustoditi e li porto sempre con me. Tranne che per questa volta.
Potrebbe essere stata la stanchezza, il caldo o il fatto che l’ostello era molto calmo, ma decisi di lasciare quasi tutto nel ripostiglio. Sarebbero state solo un paio d’ore e niente sarebbe andato storto, mi sono detto.
Le uniche cose che ho deciso di portare con me erano il mio telefono, documenti, portafoglio e fotocamera.

Lascio l’ostello, esploro Cairns, prendo qualcosa da mangiare e mi rilasso mentre cerco di rendermi conto di essere lì. Nemmeno due ore dopo torno all’ostello e scopro la dura verità. Il mio zaino contenente il mio computer, vestiti, hard disk esterno, GoPro e altri oggetti sentimentali era stato rubato. Puf, sparito.

In quel preciso momento, la mia mente non voleva accettare quello che era appena successo. Stava cercando di convincermi che era lì ma che non lo vedevo. Ma non era vero.
Gestire un furto mentre si è in viaggio è una di quelle cose che sai che può avvenire ma non pensi mai che accada a te. In tanti anni di viaggio e soggiorni negli ostelli, non l’avevo mai sperimentato e mi sono sempre sentito fortunato per questo.

Come ho reagito e agito a questo furto

Non appena me ne sono reso conto, sono passato dal sentirmi felice della mia avventura a sentirmi perso e senza speranza. Innumerevoli domande e incertezze iniziarono ad annebbiarmi la mente.

• Non avrei dovuto lasciarlo lì!
• Sapevo che sarebbe successo!
• Se solo fossi arrivato un’ora dopo il mio zaino sarebbe ancora con me.
• E così via.

Non sapevo cosa fare, pensare o sentire. Inoltre, ero stanco, solo e il mio inglese stava iniziando a diventare più maccheronico e l’unica cosa che volevo fare era piangere molto, ma non ciò non successe.

Questo è qualcosa che mi succede spesso. Sento il desiderio e il bisogno di piangere e svuotarmi, ma c’è una sorta di blocco che me lo impedisce. Piangere è così terapeutico e necessario, soprattutto quando ti senti pieno di emozioni. Tuttavia, tendo a cercare di tenerlo dentro di me, il che interrompe questo processo.

Dopo i primi momenti di stress ed ansia, ho lentamente iniziato a lavorare e riconoscere i sentimenti e i pensieri che mi stavano attraversando la mente cercando di convincermi a tagliare corto il viaggio. All’inizio ci stavano riuscendo.

Tuttavia, ho continuato a dire a me stesso che tutto sarebbe andato bene e che seguirli non avrebbe aggiunto nulla di positivo alla mia vita. Inoltre, ho assorbito tutto l’amore, l’aiuto e la positività dai miei amici e familiari che mi ha aiutato molto!

Poiché era la prima volta che sperimentavo un evento del genere, non sapevo che azioni prendere. Ecco perché ho deciso di scrivere alcuni punti chiave che penso possano essere utili se tu, o io, dovessi vivere mai qualcosa di simile.

Suggerimenti su come gestire un furto durante un viaggio

1. Cerca di rimanere calmo

Questo potrebbe sembrare così cliché e impossibile da accettare o mettere in pratica, ma è estremamente utile. Non appena ti rendi conto di aver subito un furto, la tua mente può facilmente iniziare ad andare in modalità panico e farti impazzire.

È normale ed è da aspettarselo, ma ricorda che tu sei responsabile di queste emozioni e pensieri. Più li nutri o lasci che ti controllino, più sarà difficile affrontare questa situazione.
Prendi un grande respiro e cerca di mettere chiarezza nella tua mente e anima. Pensare al chi, come o perché non aiuterà la situazione.
Più sei calmo e rilassato, meglio puoi spiegare la situazione, pensare a ciò che ti è stato rubato e porre domande più specifiche. Questo è il motivo per cui penso che cercare di mantenere la calma sia molto importante durante la gestione di un furto mentre sì è in viaggio.

2. Chiedi aiuto

Aver dovuto affrontare questa esperienza fisicamente da solo non è stata una passeggiata. Non sapevo cosa fare, cosa dire o quali domande chiedere e un ciclone di pensieri mi annebbiava la mente. Tra stanchezza, rabbia, tristezza e incertezza, mi sentivo completamente perso.
Quindi, se puoi, chiedi a qualcuno di aiutarti. Che si tratti di un amico o meno, stare con qualcuno con una mentalità più chiara può fare una grande differenza. Soprattutto se ti trovi in un paese straniero e non sai quali azioni intraprendere.
Se sei solo e non riesci a trovare nessuno, va tutto bene. Ricorda che sei capace di affrontarlo e che la vita non gioca mai contro di te.

3. Acquista un’assicurazione di viaggio che copra i furti

L’assicurazione di viaggio è una cosa essenziale da avere quando si viaggia all’estero. Ammetto che appena iniziai a viaggiare non la prenotavo mai. Tuttavia, ora mi assicuro di averla sempre con me quando lascio l’Italia.

Prima che questo evento accadesse, il mio obiettivo principale con l’assicurazione di viaggio era principalmente la copertura medica. Ora, però, sto cercando di trovare un’assicurazione di viaggio che copra sia i miei oggetti che la mia salute.

Al momento sono con SafetyWing. Questa è un’ottima assicurazione se hai bisogno principalmente di copertura medica. È conveniente e si rinnova automaticamente dandoti più tranquillità. Oltre alla copertura medica, però, non coprono molto altro. Questo è il motivo per cui ora sto valutando Heymondo che copre anche i tuoi oggetti e il furto di bagagli.

4. Sii grato per ciò che hai

Un altro consiglio che potrebbe sembrare impossibile da attuare è l’essere grati per ciò che si ha. Nonostante quello che succede, ci sono sempre cose per cui essere grati.
Che si tratti della tua famiglia, dei tuoi amici, di uno sconosciuto che ti ha aiutato, di come hai gestito la situazione o della tua salute. Concentrarsi anche su una cosa positiva può aiutarti a superare molti momenti negativi e a sentirti meglio.

5. Fidati del tuo intuito

Secondo me, il nostro intuito raramente sbaglia. È uno di quei sensi inspiegabili che si presentano molto rapidamente e quando meno te lo aspetti. A volte, noi (almeno io l’ho fatto) potremmo confonderlo con il pensare troppo o l’ansia e non ascoltarlo. Questo succede e va bene, altrimenti non impareremo e cresceremo. Tuttavia, se il tuo istinto ti sta dicendo qualcosa, prova ad ascoltarlo.

Quando ho lasciato il mio zaino nel ripostiglio, ho pensato che fosse strano e probabilmente non molto sicuro. Ma non ho ascoltato queste sensazioni, è successo il furto e ciò mi ha permesso di aggiungere una nuova lezione al mio libro della vita. Va tutto bene ed ora fa parte del mio passato. Ma, forse, ascoltandolo avrei potuto evitare di dover gestire questo furto durante questo viaggio a Cairns.

Conclusioni

Nel momento in cui sto scrivendo questo articolo, la polizia è riuscita a trovare la persona che mi ha rubato lo zaino e ha recuperato il mio computer e io sono molto grato per questo. Spero che riescano a ritrovare il resto degli oggetti ma solo il futuro me lo saprà dire.

Hai mai subito un furto durante un viaggio? Come lo hai gestito? Mi piacerebbe saperne di più nei commenti!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Share your thoughts