Salento travel guide - Salento style sunset

Guida di viaggio sul Salento: esplora le bellezze del Salento come una persona locale!

Tra le innumerevoli bellezze che la nostra bella Italia ha da offrire, il Salento è una gemma rara e unica. Esso è anche la mia casa natale e dove ho speso i primi 20 anni della mia vita. Per questo, ho voluto scrivere questa guida di viaggio sul Salento per condividere con tutti voi la sua magia e bellezza.

Terra del Sole, Mare e Vento (Sule, Mare e Ientu in dialetto), il Salento fonde tradizione e modernità regalando un’esperienza davvero indimenticabile. Insieme a spiagge sabbiose e rocciose, mare blu, cibo delizioso, arte e festival musicali, uno stile di vita molto rilassato e una cultura basata sul “tutti sono famiglia”.

Questa guida di viaggio sul Salento può contenere link di affiliazione. Se usi questi link ricevo una commissione, senza spese per te, che aiuta questo blog a funzionare. Tutte le opinioni sono sempre mie.

Come raggiungere il Salento

Arrivare in Salento non è difficilissimo, soprattutto durante il periodo estivo. Tra autobus, treni o aerei, puoi facilmente raggiungerlo da tutta Italia.

Gli aeroporti principali sono due:

  • L’aeroporto di Bari, che è il più grande e si trova nella parte alta della Puglia;
  • L’aeroporto di Brindisi, si trova nella parte inferiore della Puglia, che è la zona che noi chiamiamo Salento.

Ryanair è, spesso, la compagnia aerea più economica per volare a Bari o Brindisi, ma il mio consiglio è di controllare Skyscanner quando sei alla ricerca di voli convenienti. Trenitalia offre treni giornalieri verso Lecce, che è la principale città del Salento, ed anche con il Frecciarossa! Flixbus è la migliore compagnia se preferisci usare l’autobus.

Come muoversi nel Salento

Il modo migliore e più semplice per muoversi nel Salento è quello di noleggiare un’auto. Così facendo, si è liberi di esplorare qualsiasi angolo del Salento in totale relax. Se preferisci usare i mezzi pubblici, ciò potrebbe essere un po’ complicato ma è fattibile. Dall’inizio di giugno alla fine di settembre, un servizio chiamato “Salento in Bus” opera da Lecce verso le principali spiagge e città dell’entroterra. Ci sono inoltre stazioni di treni regionali in molti paesi con i quali spostarsi tra paesi.

Il periodo migliore per andare in Salento

Personalmente, il periodo migliore per andare in Salento è l’estate. Durante questa stagione il tempo è piacevolissimo, ti puoi godere la spiaggia e l’aria aperta fino a tardi, mangiare fuori ed è il periodo migliore per visitare sagre o festival musicali. Più precisamente, i mesi di maggio, giugno, inizio luglio e settembre sono i migliori perché i prezzi non sono troppo alti e ci sono meno turisti in giro.

Se puoi, cerca di evitare fine Luglio ed Agosto perché sono i periodi più pieni e più costosi!

Dove alloggiare nel Salento

Da Airbnb a hotel, B&B, campeggi e masserie di lusso, ci sono innumerevoli opzioni di alloggio in Salento tra cui scegliere.

Alberghi e masserie

  • Santa Marina Masseria del Salento: si trova a Gallipoli, quindi è una buona scelta se vuoi essere vicino alla vita notturna, ai bar e spiagge più famosi e avere comunque un’atmosfera cittadina;
  • Badia del Casale: si trova a Ugento ed è un ex convento ora adibito ad alloggi di lusso. È molto vicino alle Maldive del Salento e al Lido Cocoloco pur mantenendo un alto livello di privacy e tranquillità.
  • Agriturismo Masseria Alcorico: è perfetto se vuoi esplorare il lato orientale del Salento e le sue spiagge più rocciose e profonde;
  • Masseria SantEleuterio: è più all’interno e molto vicino alla mia città natale; è ottimo se preferisci rilassarti in tranquillità o visitare l’entroterra  piuttosto che la spiaggia.

Ostelli e campeggi

  • B&B La Dimora dei Professori: un B&B molto vicino al centro di Lecce, molto conveniente e con colazione inclusa.
  • UP Room&Suite: è questo alloggio si trova esattamente nel centro della città di Lecce, quindi ti permettere di camminare ovunque tu voglia. 
  • Baia di Gallipoli: questo è un ottimo posto se preferisci campeggiare in tenda o se viaggi con un camper. Sono ammessi gli animali domestici, c’è un’area di intrattenimento per i bambini e forniscono una navetta gratuita per la spiaggia di Punta della Suina che si trova dall’altra parte del campeggio.

Anche Airbnb è molto popolare nella zona. Si possono trovare camere o appartamenti nel centro di Lecce o intorno alla spiaggia da 25€ in su.

Infine, se vuoi risparmiare e allo stesso tempo incontrare gente del posto, ti consiglio vivamente di controllare Couchsurfing e Workaway. Li ho usati entrambi durante i miei viaggi e molte delle mie avventure più memorabili sono legate a loro.

Esplorare le bellezze del Salento

Spiagge e natura in Salento

Non si può visitare il Salento e non andare in spiaggia. Ce ne sono così tante e per tutti i gusti che sicuramente troverai quella più adatta a te. 

Anche in Salento, come in molti luoghi balneari d’Italia, esse sono divise in private e pubbliche. 

Puoi affittare le sedie a sdraio, l’ombrellone o anche un gazebo e goderti la giornata. C’è sempre un bar dove ti puoi rilassare ascoltando musica o comprare cocktail, snack, cibo o succhi di frutta freschi. Inoltre, ci sono anche i servizi igienici.

Le migliori spiagge private in Salento che ti suggerisco sono:

  • Lido Cocoloco: spiaggia incontaminata con sabbia dorata, musica tranquilla, ottimo cibo e atmosfera rilassante. 
  • Lido Punta della Suina: si trova a Gallipoli, su un tratto di terra rocciosa circondata da acque blu e turchesi.
  • Caicco: un posto unico nel suo genere situato a Santa Cesarea Terme. Costruito su una scogliera con facile accesso a un mare che ricorda l’oceano e che ti lascerà a bocca aperta. L’acqua è ricca di zolfo, quindi fa molto bene alla pelle e al corpo.

Le spiagge pubbliche si trovano spesso accanto a quelle private e sono gratuite.

Ci sono innumerevoli luoghi pubblici mozzafiato e degni di essere esplorati e goduti, ma queste di seguito sono alcune delle migliori spiagge pubbliche in Salento:

  • Grotta della Poesia: una piscina naturale verde smeraldo circondata da bellissime strutture rocciose. Uno dei luoghi più belli del Salento e si dice che l’eroe troiano Enea si fosse fermato qui.
  • Otranto: ciò che amo di Otranto è il suo porto e la sua città storica. Anche se molte barche navigano le sue acque ogni anno, è difficile dirlo. L’acqua è estremamente limpida e calma che non è difficile non farci il bagno. Inoltre, una volta entrati nella sua città, verrai trasportato in un’altra epoca.
  • Faraglioni di Santandrea: sono dei massicci faraglioni posizionati in mezzo a un’acqua blu molto profonda. Si trovano tra la Grotta della Poesia e Otranto.
  • Ciolo: una spiaggia molto popolare tra la gente del posto perché si trova proprio sotto un ponte molto alto dal quale alcune persone decidono di buttarsi in acqua. Non è incoraggiato perché è molto pericoloso.
  • Santa Maria di Leuca: il punto più a sud della Puglia ed è dove, si dice, si possono vedere i due mari, Adriatico e Ionio incontrarsi. Se vuoi provare a vederlo, raggiungi il faro e ammira lo spettacolo.
  • Pescoluse: conosciute anche come le “Maldive del Salento” per la loro acqua blu e la sabbia dorata. 

Menzioni speciali (non spiaggie)

  • Grotta della Zinzulusa: una serie molto antica di grotte dove si possono vedere stalattiti e stalagmiti secolari situate a Castro
  • Grotta di bauxite: una grotta abbandonata, a Otranto, usata per estrarre la bauxite. Oggi, la natura se l’è ripresa ed è un luogo davvero unico perché il suolo è di un ricco colore rosso mentre il lago nel mezzo è di un mix tra il blu e lo smeraldo.

Cultura

Se sei più interessato ai siti culturali, beh, il Salento non ti deluderà! 

Lecce è un paradiso artistico. Ci sono arte e storia ovunque si guardi ed è la capitale del barocco. Inoltre, è famosa per la sua pietra arenaria chiamata Pietra Leccese, e la Cartapesta. 

Tutte le chiese di Lecce sono degli spettacoli artistici stupendi. Ci sono almeno una o due chiese in ogni città, ma Lecce ne ha una vasta scelta.

  • Chiesa di San Matteo: è una chiesa molto particolare perché ha un fondo convesso e una cima concava. Inoltre, è una chiesa relativamente piccola ma molto alta.
  • Basilica di Santa Croce: questa è probabilmente la chiesa più famosa di Lecce ed è la più alta dimostrazione del Barocco leccese. La sua caratteristica più peculiare è un grande rosone in cima all’edificio.
  • Duomo di Lecce: è la chiesa più importante della città ed è la sede dell’Arcivescovo di Lecce. L’esterno non è molto decorato ma, di notte, tutta la chiesa, la piazza e il campanile si illuminano ed è veramente bello da vedere.

Non è una chiesa, ma una menzione speciale va all’Anfiteatro Romano situato proprio nel centro di Lecce. Costruito nel I-II AC, fu un regalo di Augusto alla città.

Infine, passeggiando per la città, potrai vedere tre porte massicce in zone diverse. Il loro uso era quello di difesa ed eccesso alla città vecchia e furono costruite tra il 1500 e il 1700.

Oltre a Lecce, i centri storici di città come Otranto, Gallipoli e Santa Maria di Leuca ti permettono di ammirare come era la vita qualche secolo fa e potrai vedere persone anziane che vivono in strade molto strette e che si godono la vita mentre fanno la pasta. 

Ti consiglio di fare una visita guidata gratuita o a pagamento di Lecce perché ti aiuterà a capire di più della sua storia e delle sue tradizioni.

Una visita alla Cattedrale di Otranto è imperdibile perché qui potrai vedere i resti degli 813 Martiri di Otranto uccisi nel 1480 dopo che essi si rifiutarono di convertirsi all’Islam.

Alcuni punti di interesse che si trovano al nord del Salento sono:

  • Ostuni: comunemente conosciuta come “la città bianca”, è costruita su una collina e la maggior parte dei suoi edifici sono completamente bianchi.
  • Alberobello: famosa per i “trulli”, piccole strutture costruite in pietra a secco con un tetto conico. Venivano usati come casa temporanea o deposito, mentre ora la maggior parte di essi funzionano come negozi o piccole residenze da affittare. 
  • Castel del Monte: un castello molto particolare a forma di prisma ottagonale con una torre ottagonale ad ogni angolo ed è anche un patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Consiglio per l’acquisto di souvenir: ci sono un sacco di prodotti unici che si possono acquistare come souvenir. Ti consiglio vivamente di controllare i piccoli negozi di Lecce che vendono creazioni di cartapesta o di pietra leccese.

L’olio extravergine d’oliva e il vino sono anche degli ottimi e caratteristici da comprare e regalare.

Infine, dai un’occhiata ai prodotti in terracotta realizzati dai Fratelli Coli a Cutrofiano.

Sagre

Una “sagra” è una festa popolare tradizionale. Il Salento ne è pieno, tutto l’anno e, solitamente, sono una celebrazione di un particolare cibo. Le sagre sono uno dei migliori eventi per mangiare piatti tradizionali, in maniera economica, ed ascoltare canzoni tradizionali come la Pizzica. 

Festival musicali

Feste di ogni tipo sono molto abbandonati durante l’estate salentina. Dalle serate musicali a quelle che celebrano il patrono della città, esse sono molto sentite in ogni paese.

La Notte della Taranta è il festival musicale più famoso e popolare dell’estate salentina. Attira centinaia di migliaia di persone ed è la più grande celebrazione delle pizzica. 

Il concerto finale avviene a Melpignano il 22 agosto.

La Festa di Santa Domenica a Scorrano è una delle feste patronali più famose in Salento. Essa è famosa, soprattutto, per le sue luminarie. Infatti, ogni anno due grandi aziende del paese mettono in mostra le loro strutture di luci più belle per poi decretare un vincitore. Si svolge il primo fine settimana di luglio e consiglio vivamente di andarci! 

Alba in jazz è un evento annuale a Marina Serra, di solito tra la notte tra il 3 e il 4 agosto, dove la gente si riunisce per ascoltare musica jazz ammirando l’alba dalla scogliera.  

Cosa e dove mangiare nel Salento

Non si può pensare all’Italia e non parlare o pensare alla nostra cucina! Abbiamo una delle migliori e più ricche cucine del mondo e il Salento non ne da meno.

Dalla focaccia, ai taralli, alla bruschetta, ai frutti di mare, ai panini farciti con una varietà di carni e ai dolci. È incredibile quanta varietà di cibo si possa mangiare in Salento, e anche mentre si cammina e si esplora, visto che lo street food è molto popolare!

Piatti locali

Alcuni piatti che sono tipici del Salento e che ti consiglio vivamente di mangiare almeno una volta sono:

  • Pasticciotto: è il dolce più famoso del Salento ed è una piccola barca di pasta frolla che, tradizionalmente, viene riempita di crema pasticcera. Altri gusti includono Nutella, cioccolato, ricotta o anche pistacchio.
  • Orecchiette con le cime di rapa: questo piatto viene mangiato spesso la domenica o quando ci si ritrova con il resto della famiglia. Orecchiette significa piccole orecchie mentre le cime di rapa sono le punte della rapa che messe insieme creano un piatto gustoso e fresco!
  • Ciciri e tria: questo è un altro piatto a base di pasta (stranamente!). Ciciri significa ceci mentre tria significa tagliatelle. Il tutto viene servito con dei pezzi di pane fritto.
  • Carne di cavallo: Non l’ho mai mangiata però, è un piatto molto amato e viene servito da solo o in un pezzo di pane.
  • Frisella: un piccolo pezzo di pane cotto due volte e poi immerso in acqua per qualche secondo e condito con pomodori, e/o tonno e olio d’oliva.
  • Cozze, ricci di mare, gamberi: serviti in ogni ristorante Salentino e li puoi anche comprare sul lato della strada in località marine.
  • Olio extravergine di oliva: anche se non è un piatto unico, il Salento è famoso per il suo olio extravergine di oliva di alta qualità.

Se sei vegetariano, non dovrebbe essere troppo difficile trovare piatti da mangiare e da gustare. Io spesso non ho problemi perché la dieta mediterranea è ricca di verdure, frutta, legumi e carboidrati.

Le opzioni vegane stanno diventando sempre più popolari nel sud Italia. Potrebbe essere impegnativo trovarle nelle piccole città, ma a Lecce o in posti più grandi non dovresti avere problemi.

Inoltre, mentre sei in Salento puoi seguire un corso di cucina tradizionale di pasta dove poter imparare a fare la pasta fatta a mano!

I migliori ristoranti dove mangiare in Salento

Ci sono così tanti posti dove si mangia cibo delizioso, ma ecco alcuni dei miei preferiti:

  • Scapricciatiello: situato a Lido Conchiglie, è perfetto se ti piacciono i frutti di mare in un ristorante rustico, casalingo e sul mare.
  • Ristorante Goji: è una delle mie pizzerie preferite e ci vado sempre quando sono a casa. Situata a Galatina, a breve distanza da Lecce, fa pizze deliziose usando una grande varietà di farine, cereali e ingredienti di alta qualità.
  • Se sei a Lecce e vuoi mangiare in un ristorante tradizionale e molto gustoso, allora l’Osteria da Angiulino è il posto perfetto. Fanno piatti della cucina salentina e servono porzioni proprio come farebbe una vera Nonna.
  • Se invece vuoi fare una pausa dalla cucina italiana e mangiare un po’ di sushi, allora il ristorante Fugu a Lecce e il Kumi a Gallipoli sono tra i migliori. Kumi si affaccia sul mare, il che è un posto perfetto per cena.
  • Forse avrai visto online questo famoso ristorante racchiuso in una grotta a picco sul mare. Sto parlando della Grotta Palazzese di Polignano a Mare, nominata uno dei ristoranti più belli del mondo. Non è super economico ma è posto unico nel suo genere.

Conclusioni

Forse sono stato un po’ di parte, ma per me il Salento è una delle migliori regioni che l’Italia ha da offrire. Esso ha infinite opzioni per soddisfare molti tipi di viaggiatori.

Spero che questa guida di viaggio sul Salento ti abbia aiutato ad imparare di più sulla mia casa o ad aggiungere il Salento sulla tua lista di luoghi da visitare!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Share your thoughts